APPUNTI DI VIAGGIO | Jazz

Antonio Zambrini

Un viaggio, una piccola incursione nel tempo: nel jazz degli anni ’40 – ’50, nella beat degli anni ’70, nella canzone brasiliana, nella musica del cinema italiano degli anni ’60 e più recenti, attraverso la lente di un pianoforte, e attraverso l’improvvisazione, con incursioni del trombonista Alessandro Castelli.


Antonio Zambrini, pianista e compositore milanese, si è posto all’attenzione della critica con il cd “Antonia e altre canzoni”, 1998, edito da Splasc(h) Records, recensito con grande favore su varie riviste specializzate, in Italia e all’estero, e selezionato fra le migliori opere prime italiane dalla giuria del premio “Django d’or”. Sulla rivista “Musica Jazz”, in seguito alla diffusione del cd, Antonio Zambrini è stato classificato dai critici al secondo posto nella graduatoria 1998 dei migliori nuovi talenti nel Jazz italiano.
Recentemente Zambrini è stato ospite di diversi programmi musicali di Radio3 RAI (“Invenzione a due voci”, “Jazzclub”, “Radio3suite” ). Il brano “Crevalcore”, dal cd “Antonia …”, compare nell’ultima raccolta delle più rappresentative sigle di Radio Popolare . Il brano “Antonia” è stato inserito nel Cd celebrativo del ventennale del club “Le Scimmie” di Milano, accanto ai brani di musicisti come  Enrico Rava, Paul Motian, Franco D’Andrea, Massimo Urbani…

Sue composizioni sono inoltre eseguite in concerto da alcuni importanti esponenti del nuovo jazz come Stefano Bollani e Lucia Minetti in Italia, e John Law, emergente pianista inglese che ha addirittura dedicato a Zambrini il suo ultimo Cd “The Moment”.
Antonio Zambrini ha studiato chitarra, flauto traverso, composizione e pianoforte, diplomandosi in Direzione di Coro presso il Conservatorio di Padova ed in Musica Jazz presso il Conservatorio di Parma. Allievo dei Seminari Senesi di Musica Jazz sia come flautista che come pianista, ha scelto poi il piano per proseguire l’attività. Con varie formazioni ha suonato in numerosi Jazz clubs, festivals e rassegne italiane,
Ha collaborato, tra gli altri, con Claudio Fasoli, Tiziana Ghiglioni, Enrico Rava, Mark Murphy, Tiziano Tononi, Gabriele Mirabassi, Emanuele Cisi, Stefano D’Anna, Roberto Bonati, Andrea Dulbecco, Giorgio Licalzi, Bruno De Filippi, Javier Girotto, Daniele Cavallanti…
Collabora stabilmente con la Cineteca Italiana di Milano per la sonorizzazione, improvvisata  dal vivo, nelle rassegne dedicate al cinema muto.
Zambrini ha composto ed eseguito, con la cantante Lucia Minetti, le musiche di un “Concerto per la pace” tenutosi al Piccolo Teatro Studio di Milano nel dicembre 2002.

L'aperitivo jazz
Antonio Zambrini pianoforte, Alessandro Castelli trombone