Bastarda

Fragile Artists

Spettacolo presentato una anteprima nazionale

Una donna: “ Volevo trovarmi ma non riuscivo a inseguirmi. Nell’attesa ho cucito una nuova pelle. una corazza. Mi sono sdraiata, l’ho indossata e non ho sentito nulla. Sono rimasta immobile. Forse chi aspetta non è immobile? ”

Un Mantello di cozze: “Sono nato lento, paziente. Tanti pezzi a compormi. Sono l’insieme di tutte le persone che ho amato, odiato, conosciuto, perso, lasciato e dimenticato. Non sono uno. Nessuno è uno. Non coincido nemmeno con un luogo.

Il nostro DNA dice che in ognuno di noi ci sono tracce provenienti da parti del mondo diverse e lontane. Ogni volta che provo a definirmi mi dò dei confini che non diranno chi sono. Ma fuori da quei confini non sono riconosciuto. Dov’è che devo andare? Dov’è oltre? ”

Un solo, anzi no, un passo a due tra una donna e una corazza. La sua? Nella danza la scoperta di una nuova pelle, nella nuova pelle la consapevolezza di poter essere. Di nuovo. Altrove

in collaborazione con Fattoria Vittadini
di Noemi Bresciani, Desirée Sacchiero e Irene Petra Zani, con Noemi Bresciani