MILANO È UNA COZZA

Valerio Bongiorno

Lo spettacolo Ahab non potrà andare in scena per ragioni organizzative indipendenti da Teatro Invito. 

Una passeggiata letteraria attraverso le vie, i monumenti, i volti, le curiosità e la storia di Milano. La mappa della Città attraverso parole e affetti che danno vita a un’architettura concreta e suggestiva, a volte più intima o al contrario più spudorata, ma come lo può essere solo Milano, in un modo tutto suo.

Passeggiando per Milano / camminando piano piano / quante cose puoi vedere / quante cose puoi sapere, recitava una vecchia canzone della fine degli anni ’30. E passeggiando puoi capitare che, a pochi passi dal Duomo, ti appaiano dei fenicotteri rosa protetti da una cancellata e nascosti tra il verde e l’ombra di un piccolo giardino. Passeggiando tra le vie di una città che ancora si lascia scoprire e amare, lo sguardo si allarga come si allargano gli orizzonti di senso nella narrazione degli autori scelti per questo reading con musica e canzoni. Le parole diventano, in uno spazio pre-teatrale, quasi una sorta di anticamera del teatro, delle autentiche architetture che racchiudono esistenze di persone tanto diverse tra loro quanto accomunate dal loro vivere la città, che non è semplicemente scenografia del loro esistere ma quasi il loro respiro.
Una città che a volte, dieci giornate in un anno o poco più, brilla di una luce che la rende bellissima, che nasconde i suoi gioielli: dai fenicotteri rosa di una villa padronale allo sguardo rubato in un cortile di ringhiera dal portone aperto, con un bracco immobile in perfetto equilibrio tra l’ombra e la luce, tra un fuori che pare non fermarsi mai e il silenzio di un tempo altro. Ma la sospensione dello spazio e del tempo, in questo tuffarsi negli scorci di una città vissuta e viva, non è nostalgicamente un sottrarsi alla vita, è al contrario un stare, una memoria presente, che si rinnova e cambia sempre.
Milano è una cozza, che a volte ti fa un regalo prezioso, una perla.
Poi Milano, come dice il Cola: è maschio o femmina? Oppure è evidentemente Città Madre come la vede Luca o la città della terra di mezzo tra acque, o la città di Lucio a portata di mano che ti fa una domanda in tedesco e ti risponde in siciliano.


Scritti del giovane autore Fabio Greco, suggestioni dal progetto di Narrativa Urbana: Le Nuove Meraviglie di Milano, quattro volumi editi da Guerini e Associati a cura di Luca Doninelli. Milano è una Cozza è il titolo del primo volume.

con Valerio Bongiorno e Gabriele Bernardi (tastiere)