LE PERIPEZIE DI ARLECCHINO NATO AFFAMATO

ORTOTEATRO

Lo sapevate? Un giorno l’allegria fece un uovo, il sole e la luna lo covarono. E da quell’uovo nacque Arlecchino. Ma anche se nacque adulto, parlante e pensante, Arlecchino nacque nudo, come tutti gli altri.Come procurarsi un vestito? Ma Arlecchino quel giorno poteva dirsi fortunato. Vari personaggi stavano per passare davanti ai suoi occhi, per donargli, loro malgrado, un pezzo di stoffa colorato. Il dottor Balanzone, ad esempio. O due innamorati gelosi come Brighella e Colombina. E che dire poi del Capitano Cola Furibondo e di Pantalone De Bisognosi, innamorati entrambi della stessa servetta?

L’Ortoteatro propone questa inedita storia sulla più famosa maschera italiana, tramite un viaggio divertito e giocoso tra i personaggi più divertenti della tradizione della Commedia dell’Arte: Brighella, il Dottor Balanzone, Pantalone, Colombina e il Capitano. I dialoghi contengono citazioni di testi di Goldoni, Moliere, scenari di Commedia dell’Arte e dall’Opera Le Maschere di Mascagni.

spettacolo di commedia dell’arte e burattini con Federica Guerra, Fabio Mazza e Fabio Scaramucci elementi scenotecnici di Paolo Pezzutti scene e burattini di Mauro Fornasier, Paolo Pezzutti e Ada Mirabassi musiche di Fabio Mazza testo e regia di Fabio Scaramucci