storia

L’ultima luna d’estate: teatro in Brianza dal 1997

Il Parco di Montevecchia e della val Curone ne costituisce il cuore geografico.
A breve distanza dalla grande città vi si possono trovare ambiente naturale, cultura materiale ed evidenze architettoniche che fanno somigliare la zona più alla campagna umbra o toscana che all’industriosa Brianza.
Questa ci è sembrata la sede ideale per indurre chi abita in città a entrare in contatto con un contesto ambientale diverso e nello stesso tempo con momenti di alta qualità artistica. Abbiamo perciò pensato di dare qui dimora a un Festival che unisce interessi di tipo culturale, ambientale, turistico ed enogastronomico.

Ciò risponde a una vocazione dei luoghi, testimoniata dal fiorire di inIziative agrituristiche e dall’incremento dei visitatori del Parco nel corso dei 17 anni dalla nascita del Festival, collettore capace di attrarre sia il pubblico degli addetti ai lavori – gli appassionati di teatro – sia un pubblico più popolare.

Nelle diciassette edizioni precedenti si sono avvicendati artisti quali Moni Ovadia, Virgilio Sieni, Davide Riondino e Sandro Lombardi, Marco Baliani, Ascanio Celestini, Giovanna Marini, Titino Carrara, Laura Curino, Natalino Balasso, Gabriele Vacis, Lucilla Giagnoni, Beppe Rosso, Eugenio Allegri, Nanni Svampa, Licia Maglietta, Giuliano Scabia, Davide Enia, Davide Van de Sfroos, Gabriele Mirabassi e Gian Maria Testa, Gianluigi Trovesi e Gianni Coscia, nonché artisti provenienti da Croazia, Russia, Ungheria, Portogallo, Spagna, Svizzera, Algeria, Senegal.

Il Festival è organizzato da Teatro Invito (compagnia di rilevanza artistica nazionale riconosciuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali) con la collaborazione di quindici  Comuni  (Bellusco, Bulciago, Carnate, Casatenovo, Lesmo, Lomagna, Missaglia, Montevecchia, Olgiate Molgora, Osnago, Perego, Rovagnate, Sirtori, Usmate, Viganò), e numerosi enti pubblici: il Parco Regionale di Montevecchia e val Curone, Parco dei Colli Briantei, la Provincia di Lecco, Consorzio Brianteo di Villa Greppi, capofila istituzionale della rassegna.

L’ultima luna d’estate dal 2015 è festival nazionale riconosciuto dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.