FOOLS FOR SHAKESPEARE

Gli equivochi

Immaginiamo che il dispettoso folletto Puck convochi i fools, i matti e i buffoni creati da Shakespeare per una riunione speciale…
Immaginiamo che si presentino il giullare Feste della Dodicesima notte e uno dei becchini dell’Amleto…
Immaginiamo che nasca un contenzioso intorno all’annoso dilemma: sono meglio le commedie o le tragedie di Shakespeare?
Per mettere a tacere il buffo litigio, si ingaggia un torneo in cui si confrontano i pezzi più celebri, più esilaranti e più drammatici delle opere shakesperiane, in una gara di bravura dove sono sempre e comunque dei fools a combattere – o meglio, giocare – tra di loro.
Perché la disputa abbia luogo e sia considerata valida saranno necessari l’aiuto e l’opinione del pubblico, coinvolto in prima persona per decidere come più ci piace Shakespeare – e magari fare qualche comparsata durante le scene.
Infine sarà stabilito il vincitore e all’apice della gloria e del divertimento i personaggi si dissolveranno, proprio come in un sogno.

 

da William Shakespeare, di e con Beatrice Marzorati, Davide Scaccianoce e Gian Marco Pellecchia