L’orchestrina delle ore

Il Giardino delle ore

Il complesso musicale L’Orchestrina delle Ore nasce con l’esigenza di far sfociare il teatro in un linguaggio più vicino al contemporaneo, come la musica leggera; permettendo all’ironia, allo scherzo, alla poesia di emergere in contesti anche non convenzionali, attraverso la nostra libera reinterpretazione del Teatro Canzone. Con un occhio di riguardo al passato, andando a riscoprire i versi della musica d’autore italiana e reinterpretandoli alla nostra maniera, cerchiamo di porci in maniera innovativa sia nel panorama teatrale, non essendo uno spettacolo, sia in quello musicale, non siamo una band. 7 musicisti professionisti che si divertono a sovvertire l’ordine delle idee. A ridisegnare i gusti musicali del pubblico provando a riscoprire i nostri primi amori, le nostre radici emotive comuni. Da Dalla a Jannacci, da Gaber a Modugno, passando per Tenco, Freak Antoni, Buscaglione, Zero, Battiato… fino ad arrivare alla nuova generazione di cantautori (Bersani, Franki Hi, Elio, Caparezza).

con Stefano Acuto, Francesco Anghileri, Francesco Badi, Nicolò Moschera, Dimitri Pugliese, Simone Severgnini, Tommaso Severgnini