04/09 lunedì ore 19.00
Usmate Velate (MB)
Parco Villa Borgia
via Vittorio Emanuele II 28
  Aula magna Scuole
via Luini

La tempesta

Teatro Invito | prenotazione obbligatoria 

Su un’isola imprecisata del Mediterraneo sbarcano dei naufraghi. La tempesta che li ha sorpresi di ritorno da Tunisi è però solo un artificio teatrale, una messinscena achitettata da Prospero il mago/regista che ha voluto questo straordinario teatro nel teatro per vendicarsi di suo fratello Antonio e del duca di Napoli Alonso. La vendetta sarà al termine evitata grazie a un matrimonio che garantirà il lieto fine e gli spettatori potranno dire, con le parole di Gonzalo: “in questo viaggio….abbiamo ritrovato noi stessi, quando nessuno più era in sé”.

La struttura dello spettacolo è basata sulla triade fondamentale Prospero, Ariel e Caliban. Attraverso i suoi due servitori, infatti, il mago Prospero cerca di combinare alchemicamente la terra e l’aria, il basso e l’alto, l’istinto e lo spirito. Le scene della Tempesta sono spesso costruite su triadi: Prospero, Ferdinando e Miranda; Caliban, Stefano e Trinculo; Gonzalo, Antonio e Sebastiano. L’isola è anche un luogo dove la musica ha una funzione essenziale: è lo strumento di incantamento con cui Prospero avvince attraverso Ariel i suoi antagonisti. Così, ogni scena è accompagnata da canti, dando vita a una sorta di concerto teatrale. Così si sviluppa il masque, il gioco condotto dagli attori che sono tutti “spiriti…della stessa sostanza dei sogni”.

Prenotazione obbligatoria | posti limitati

con Stefano Bresciani, Giusi Vassena, Matteo Binda, Francesca Cecala, Filippo Ughi, Paolo Grassi, Antonio Santoro, Giulia Marchesi, Giorgio Galimberti, Tobia Galimberti, Chiara Codetta
traduzione e adattamento Luca Radaelli
foto di scena Maurizio Anderlini
regia di Luca Radaelli con la collaborazione di Michele Losi, Filippo Ughi, Daniela Magni, Miriam Gotti